Scopare in hotel prostituzione roma

scopare in hotel prostituzione roma

E poi su viale Europa e viale Umberto Tupini, il via vai di clienti è continuo. Lo sanno invece fin troppo bene i residenti di Roma est.

Chi percorre viale Palmiro Togliatti ne vede a decine ogni giorno. Qui l'area geografica di provenienza è soprattuto l'est Europa. L'arteria che taglia Roma est da Cinecittà al Tiburtino è un mercato del sesso a cielo aperto che resiste anche al clima da neve.

Ne è l'emblema piazza Pino Pascali , a ridosso dell'altrettanto battuta via Collatina. Ragazze, giovanissime, strette in abiti succinti, percorrono il quadrante avanti e indietro nel buio pesto della notte. Qualcuna si cambia seduta sul marciapiede. L'andirivieni di automobilisti intenti a scegliere la "loro" donna e consumare atti sessuali appoggiati agli alberi che costeggiano la piazza, è uno spettacolo che va in scena puntuale ogni notte.

Inascoltati gli appelli a legalità e decoro portati avanti da cittadini e comitati di quartiere. Poi c'è Roma nord, dove le prostitute sono un must anche e soprattutto alla luce del sole. Ragazze di origine nigeriana, spesso vittime di tratta , affollano la via Tiberina subito dopo Prima Porta. Lungo la via Salaria invece troviamo per lo più romene. La corsia di destra d'estate è impraticabile, quasi a rischio tamponamento per le auto di potenziali clienti che frenano imprudenti.

Decine di donne, tante minorenni, affollano da sempre la consolare romana anche a ridosso del centro abitato. Mentre a Prati Fiscali e Val D'Ala le lucciole arrivano sotto le finestre delle abitazioni e i rapporti sessuali vengono consumati nelle rampe dei garage o nei sottopassi. Dalla parte opposta della città abbiamo la via Litoranea e la pineta di Castelfusano , da sempre luoghi popolatissimi dalle lucciole.

La scorsa estate il giro di prostituzione è finito al centro dell'inchiesta dei magistrati sugli incendi che hanno devastato l'area. Fiamme appicate - secondo la tesi degli inquirenti - per intimorire e costringere prostitute e transessuali a rivolgersi a chi gestisce il giro a Ostia. Meno evidente ma sempre presente, il mercato del sesso dilaga anche in zone centrali della città.

A San Saba , lungo viale Giotto , le prostitute - soprattutto transessuali - fiancheggiano anche di giorno le mura aureliane, luoghi promiscui più che resti dell'antica Roma. Dalla stazione Termini all'Esquilino dilaga la compravendita di prestazione al chiuso, nei quasi bordelli nascosti dietro le insegne dei centri massaggi cinesi. Ventiquattro ore al giorno, in centro e in periferia, la Roma a luci rosse non dorme mai.

Roma a luci rosse: Togliamo le prostitute dalla strada togliendo i corrispettivi introiti alla malavita , maggiore pulizia e maggiore sicurezza sanitaria, maggiori introiti per lo stato italiano attraverso le tasse, minori malattie ecc. A rimetterci sarebbe solo la Chi esa e la sua retorica e falsità.

Durante il giro notturno incontriamo alcuni volontari di questa associazione. Ogni sera fanno visita alle prostitute, pregano con loro e cercano di persuaderle a cambiare vita. Di recente hanno convinto una giovane incinta di quattro mesi e di questo vanno particolarmente fieri. Lo si capisce anche se è coperta da un giubbotto fucsia e un maglione a collo alto: Ricevi le storie e i migliori blog sul tuo indirizzo email, ogni giorno. La newsletter offre contenuti e pubblicità personalizzati.

Per saperne di più. Silvia Renda L'Huffington Post. Meghan Markle infrange per l'ennesima volta il protocollo e fa arrabbiare tutti. Oggi solo gli imbecilli possono essere felici" F. Lo sfogo del marito della donna suicida a Salerno: Primo colpo alla Buona Scuola: Da oggi mi chiamo Aaron Noele: Eleonora è morta, l'ho uccisa io".

..

Scopare in hotel prostituzione roma

Alloggio ed eventuale vitto sono a carico del cliente. In macchina mai, c'è il rischio che la polizia ti becchi. Ma pure in albergo non ci andiamo quasi mai. Solo se c'è qualche straniero. La 'Dolce vita' ridotta a lenocinio. Corpi e storie in vendita. In verità i fasti hollywoodiani, nonostante gli alberghi di lusso, sono lontani da tempo. Già dagli anni Settanta le oscure traverse di via Veneto sono state scelte come sedi per locali di dubbia reputazione, cornici per spettacoli di intrattenitrici e truffatori.

Poi, dal Duemila, è stato il turno delle escort, con gli appartamenti di lusso a uso e consumo di politici e faccendieri. Non a caso, in questa strada, si incontravano per sorseggiare 'Bellini' e chiudere commesse molti dei coinvolti nell'affaire Finmeccanica, solo l'ultimo della serie. Da pochi mesi, invece, la strada della 'Dolce vita' sta subendo una terza trasformazione.

Risolta parzialmente, sia chiaro a suon di ordinanze la faccenda di via Salaria, per antonomasia la strada delle prostitute a Roma, una parte delle ragazze dell'Est si è spostata qui.

Le ragazze girano tranquillamente a caccia di clienti. Lui, vestito di nero, sigaretta perennemente in bocca, compare a via Veneto quando si fa buio.

Già, ma comunque finisce sempre allo stesso modo. Il ragionamento, fisiognomico, è il seguente. Le ragazze a pagamento sono di tre tipi. Che Anita, Giulietta e Ginger non siano squillo d'alto bordo, lo si capisce dalle facce ancora segnate dalla fame. Segni che ti porti dietro per sempre. Solo che in tante l'hanno capito e ci investono.

Analisi strategiche e constatazioni pratiche. Ginger allontana lo sguardo, beve un sorso d'acqua, mette in spalla la sua Vuitton. Sempre meglio che fare la badante o le pulizie. Ginger sorride e un quarantenne le offre da bere. Angela è appoggiata su un muretto. Sono quasi nude, nascondono i vestiti nei contatori, tra siepi e ortica. Jessica è la più piccola, resta seduta sul marciapiede.

Una maglietta e una minigonna. Dice di non avere freddo, ma trema. E cosa ci fai qui? Ma questo posto fa schifo, e lei non sa più che dire. Riversa lo sguardo a terra, si stringe nelle spalle. Il passaggio per ritornare a Pistoia, il passaggio di un cliente che, in cambio di una prestazione, si offre di riaccompagnarle a casa.

Sono le 1,45 quando Jessica sale in macchina con altre due ragazze. È una Punto, il cliente contratta, poi le fa salire, innesta la prima e va. Le riporterà a casa, forse credendo di essere un benefattore. Ha una borsetta bianca con una farfalla sopra, dentro ci sono i preservativi e il telefono. Meno male che hanno il cellulare, squilla di continuo.

Si chiamano tra di loro, ingannano il tempo, decidono quando rientrare a casa. Chissà se progettano di scappare, chissà quali segreti si confessano. Gioia e Stella portano al collo un rosario di plastica. Sono cattoliche e dicono: E intanto gettano occhiate provocanti dentro le macchine. Sostano davanti al bar Via Vai: La città capovolta della notte. Se non trovano il passaggio, vanno a piedi alla stazione di Sesto Fiorentino e prendono il primo treno della mattina.

Abitano a Pistoia, Montecatini, Lucca. E vengono smistate qui, in queste strade di perversione, dove i clienti arrivano copiosi, senza remore, collaudati alla contrattazione.

E dove le ragazzine continuano a mentire: Una balla colossale, hanno paura di ritorsioni e per questo dicono bugie. Soprattutto continuano a mentire sulla loro età:

Scopare in hotel prostituzione roma

Scopare in hotel prostituzione roma

© 2018 All Rights Reserved